Viale Italia: scherzetto o dolcetto

ecco il coniglio che la giunta ha estratto dal cappello!

Pensavamo che la questione sarebbe rimasta ferma fino alla costruzione della nuova rotatoria tra via Santa Liberata, via del Carmine e la via Vignolese. (cfr. anche i precedenti articoli su viale Italia nel blog).

Invece no! Con un colpo di magia la giunta Costantini ci ha stupiti.

Proviamo a vedere come.

(Già mercoledì sul Carlino Modena i colleghi dell’opposizione di Prima Spilamberto sono intervenuti contestando decisamente il “blitz” estivo della Giunta).

Noi qui vorremmo anzitutto brevemente ricordare alcuni antefatti:

Dopo le elezioni il Sindaco si è reso conto dell’incredibile errore contenuto in quel progetto, ovvero che non si può mettere viale Italia a senso unico se non si realizza prima la nuova rotatoria tra via Santa Liberata, via del Carmine e via Vignolese. Ragione per cui ha dichiarato che prima si doveva realizzare la rotatoria e poi si sarebbe avviato un percorso partecipativo con i residenti. (Era ora).

Poi, nel silenzio generale si è proceduto con un primo “blitz” estivo nel 2020.

In due giorni i vecchi parcheggi sono stati cancellati, è stata disegnata una nuova ciclabile che muore all’incrocio con via Michelangelo Buonarroti a ovest. Di fatto mancano i 50 metri per arrivare al centro sportivo del Primo maggio. (Incomprensibile).

Oggi, con un secondo “blitz” estivo si mette subito viale Italia a senso unico (disastroso).

Il problema, però, evidenziato in tutte le sedi è molto semplice, se viale Italia diventa a senso unico in direzione del centro, continueremo ad avere 4 uscite da Fondo Bosco verso il centro (La circonvallazione a nord, via Berlinguer e viale Italia in mezzo, via Malatesta con via Santa Liberata a sud).

Mentre dal centro rimarrebbero solo due direzioni verso Fondo Bosco, tutte e due sbilanciate a nord (la circonvallazione nord e via Tacchini con via Berlinguer).

Qual è la soluzione individuata della Giunta?

Possiamo immaginare il grande entusiasmo dei residenti che si vedono trasformare la loro strada residenziale in una circonvallazione.

Mantenere a doppio senso il breve tratto di viale Italia dal semaforo fino a piazza Risorgimento, in modo che tutte le auto che prima continuavano per viale Italia gireranno su via Dante Alighieri (e visto che quest’anno cadono i 700 anni della morte del sommo poeta, immaginiamo che le intenzioni della giunta siano state quelle di dare massima visibilità alla via a lui dedicata).

Oltre a vedere raddoppiato il traffico su via Malatesta.

Ora riusciamo anche ad immaginare la coda di auto che devono svoltare in via Dante da viale Italia e ferme allo stop, coda che arriva fino alla via Vignolese. Mentre le auto che da viale Italia devono andare verso il centro sono ferme al semaforo rosso. E ovviamente con i pedoni e i ciclisti in aggiunta. (da mettersi le mani nei capelli).

Uno scenario catastrofista? Non crediamo proprio. Il tratto tra il semaforo e piazza Risorgimento è troppo breve per accumulare anche una piccola coda. Bastano 4 auto per saturare il tratto. Con le auto che arrivano in continuo da via Quartieri e dalla Vignolese.

Noi crediamo che i tecnici abbiamo dovuto inventarsi una soluzione “raffazzonata” per accontentare il Sindaco che non è ancora abituato (dopo oltre 7 anni) alla programmazione delle opere pubbliche ed è ancora convinto che una volta che annuncia la sua idea questa si realizzi in quattro e quattr’otto.

E visto che i tempi per la realizzazione della rotatoria si stanno allungando, e il Sindaco è impaziente, ecco che viene estratto il coniglio dal cappello: in attesa della rotatoria mettiamo subito viale Italia a senso unico ma … fino a via Dante Alighieri!!!

Poi i problemi che si creeranno li vedremo. Intanto possiamo inaugurare il senso unico.

P.S.

Molti avevano criticato il nuovo collegamento ciclo pedonale tra via Berlinguer e viale Italia che ha utilizzato una striscia del giardino delle scuole ritenendolo inutile e ridondante visti i tanti collegamenti esistenti. Oggi a distanza di un anno cosa possiamo dire? Che è stato asfaltato un pezzo di giardino delle scuole per niente, visto che il collegamento in questione è sempre rigorosamente vuoto.

Informazioni su Condividere Spilamberto

condividerespilamberto@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...