Non solo caldo!!! di Fiorella Anderlini

Lo sapevate che il mese scorso è stato il quinto giugno più caldo mai registrato sulla Terra, secondo i nuovi dati pubblicati dalla National Oceanic and Atmospheric Administration?

Le ultime notizie di fenomeni metereologici estremi e di devastazioni in giro per il mondo, hanno confermato come tutto ciò non dipenda da un “clima impazzito” ma da quanto le nostre scelte siano state finora cieche ed arroganti.

In attesa che i governi nazionali si facciano carico alla svelta di quanto sottoscritto a Parigi riducendo entro il 2030 le emissioni di gas serra di almeno il 40% rispetto ai livelli del 1990, noi possiamo da subito fare la nostra parte.

Abbiamo già perso troppo tempo continuando a far finta di niente.

Il cambio di paradigma che ci viene richiesto se vogliamo incidere ed andare nella giusta direzione, non è semplice e nemmeno agevole.

D’altronde sarebbe da folli “fare sempre la stessa cosa ed aspettarsi risultati diversi” (A. Einstein).

Dagli studi sappiamo benissimo quale sia la provenienza dei gas serra.

Siamo disposti a modificare la nostra mentalità consumistica, riducendo gli acquisti usa e getta ed i rifiuti? Nonostante la raccolta differenziata infatti, l’inceneritore di Modena continua a bruciarne migliaia di tonnellate l’anno.

Siamo disposti ad aderire finalmente alla dieta mediterranea che, prediligendo i vegetali, limita il consumo di grassi animali? Così facendo si ridurranno gli allevamenti intensivi di bovini e suini: il bestiame, infatti, rilascia grandi quantità di gas serra (anidride carbonica, metano e protossido di azoto) principalmente dal processo di digestione e dalla decomposizione del letame.

I combustibili fossili (petrolio, gas, carbone) sono quelli ancora maggiormente utilizzati per creare energia per le nostre attività e per i nostri mezzi. Alternative ne esistono per i nostri spostamenti, dall’elettrico all’idrogeno alla mobilità sostenibile! Cosa siamo disposti a fare?

Informarsi dal proprio gestore per valutare quali fonti vengono utilizzate per ricavare l’energia che utilizziamo in casa, sarebbe un ulteriore passo avanti verso la consapevolezza della nostra impronta ecologica.

Non ultimo, dobbiamo pretendere dai nostri amministratori locali scelte sostenibili. Rispetto al grafico, cosa è stato fatto per ridurre l’emissione dei gas serra nel nostro comune? Ognuno di noi può farne un elenco.

Nel mio non posso dimenticare, ad esempio, le nuove cementificazioni con riduzione della superficie drenante (Amazon, parcheggio cimitero) e rilevante aumento di mezzi in circolazione. Impatto fortemente negativo dal punto di vista ambientale.

Chi ha volontà e coraggio per cambiare?

E intanto “mentre rimandiamo, la vita passa (Seneca)”.

Anderlini Fiorella

Informazioni su Condividere Spilamberto

condividerespilamberto@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Non solo caldo!!! di Fiorella Anderlini

  1. Federico Barbarossa ha detto:

    Un articolo bello, ma non funzionale. Con TUTTO il FERMO, nulla è migliorato……andiamo oltre

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...