Quinto segretario comunale a Spilamberto in 7 anni: inusuale!!

Photo by Kevin Blanzy on Pexels.com

Ormai è ufficiale, anche il quarto segretario comunale ci lascia. Dopo i segretari Stracuzzi, Sapienza e Campioli, nei prossimi giorni lascerà Spilamberto anche il dott. Fanti.

Quindi il sindaco dovrà cercare un nuovo segretario comunale: IL QUINTO da quando lui è sindaco.

La questione non è per nulla trascurabile, soprattutto per chi conosce un poco le logiche comunali, anzi, è la dimostrazione che qualcosa non sta andando per il verso giusto.

Un segretario comunale (di fatto il capo della struttura comunale) deve garantire legalità, trasparenza ed efficienza a tutta la macchina comunale, e lo dovrebbe fare almeno per l’intero mandato del sindaco, cioè 5 anni.

A titolo di esempio, nei dieci anni precedenti Costantini, con Lamandini ci sono stati due soli segretari: il dott. Borzì fino ad ottobre 2004 e poi il dott. Stracuzzi dal 2004 al 2014.

Cosa invece accade quando abbiamo una rotazione così veloce e incomprensibile.

Che il nuovo segretario appena comincia a conoscere i dipendenti, le problematiche, gli indirizzi della giunta, i consiglieri comunali, i dossier ereditati, se ne va via. E quindi non si riesce a costruire nulla oppure poco.

I motivi?

Sempre motivi personali.!!!

La questione però è molto preoccupante perché, oltre a questa inusuale rotazione dei segretari, si affianca anche una forte mobilità e una chiara riduzione delle figure apicali che governano i vari uffici comunali, cioè quelli che devono tradurre in fatti concreti le delibere della giunta e del consiglio.

L’architetto Mordini è stato mandato via dopo 12 anni trascorsi a Spilamberto, l’ingegnere Tubolino è scappato a casa da tempo, la dott.ssa Vita Finzi ha chiesto il trasferimento a Bologna dopo oltre 15 anni a Spilamberto,  la dottoressa Cascone ha chiesto il trasferimento in altro comune modenese, solo per citare i nomi più conosciuti.

Ormai è giunto il momento di aprire il dibattito su cosa non sta funzionando nell’amministrazione spilambertese.

Perché dev’essere chiaro a tutti che le scelte dell’amministrazione comunale e del consiglio comunale camminano con le gambe, la testa e il cuore dei dipendenti comunali e in particolare dei dirigenti e dei responsabili degli uffici.

Senza di loro non si va da nessuna parte.

Informazioni su Condividere Spilamberto

condividerespilamberto@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in istituzioni, locale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...