Amazon, multa di oltre 1 miliardo ad Amazon per abuso di posizione dominante

Articolo ripreso dall’ANSA del 9.12.2021.

Lo scorso 15 aprile il nostro Sindaco, assieme all’assessore Spadini, andò in visita al centro Amazon di Casirate d’Adda. E la notizia venne riportata sia dal Carlino Modena che dalla Gazzetta di Modena (vedi nostro articolo).

Il sindaco Costantini fu colpito favorevolmente: “per organizzazione, tecnologia, pulizia” e, aggiunse: “spero che questo possa diventare uno standard positivo, un modello funzionale per tante aziende del nostro territorio”.

Noi commentammo: “che si fa fatica a capire l’entusiasmo per questo Moloch americano che sfiora il religioso da parte di un Sindaco del PD che dovrebbe avere a cuore ben altri obiettivi, a partire dalla cura e difesa del proprio territorio e della tenuta socio economica del paese.”

In questi giorni (cfr. ANSA) l’Autorità Garante della Concorrenza ha condannato Amazon a pagare una sanzione di oltre 1 miliardo di euro perché: “le condotte di Amazon hanno accresciuto il divario tra il potere di Amazon e quello della concorrenza anche nell’attività di consegna degli ordini e-commerce. … L’Autorità ha ritenuto tale strategia abusiva particolarmente grave …”

Oggi dopo la condanna dell’Antitrust ad Amazon per abuso di posizione dominante, vorremmo sapere dal Sindaco e dall’assessore Spadini se vogliono continuare a confermare il loro giudizio positivo assoluto oppure se anche loro cominciano ad avere dei dubbi.

Esiste un proverbio che afferma che le uova devono essere maneggiate con cura perché, una volta rotte, non si possono riparare. Il discorso vale anche per l’urbanistica, una volta autorizzato e costruito un edificio resterà lì per almeno 100 anni.

Quindi non vogliamo più piangere sopra a questa scelta sbagliata, vorremmo guardare oltre e capire dall’Amministrazione come pensa di poter limitare i danni al nostro territorio e ai nostri cittadini per la presenza di questa azienda. Come provare a voltare pagina.

Evitiamo cioé di continuare ad sperticarci in elogi ad Amazon e al suo modello sbagliato, smettendo di legare il nome di Spilamberto ad Amazon. Soprattutto noi che abbiamo un territorio pieno di eccellenze storiche, culturali, enogastronomiche ed ambientali.

Spilamberto deve continuare ad essere associato all’aceto balsamico tradizionale di Modena e non ad Amazon. 

Informazioni su Condividere Spilamberto

condividerespilamberto@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...