Torniamo alle elezioni di Castelnuovo con tre precisazioni ed un giudizio.

Mancano all’appello  nella coalizione di Paradisi, pur composta da molti sostenitori, tre sigle:

Italia Viva di Renzi, non  sarà della partita  di Castelnuovo. L’assenza dunque prefigura un  diverso profilo per le sparute truppe di Renzi, il loro prossimo collocamento è un atto di igiene mentale.  Italia Viva non sarà dentro il Campo Largo di Letta e Conti  ma sarà collocata al Centro .

Sinistra Italiana che, in tandem con i Verdi, sarà nel campo largo con PD e 5S, pur essendo  stata operativa nella formazione di Partecipazione Consapevole di Castelnuovo di cinque anni fa  , non avendo personale a Castelnuovo,  ha deciso di non partecipare  ma è portatrice di un  atteggiamento benevolo a favore della lista cappeggiata da Paradisi. Sarebbe saggio da parte del Sindaco, considerato il ruolo di alleati che giocheranno alle prossime legislative,  convocarli e comunque  coinvolgerli. 

Rifondazione Comunista ( Vedi ultimo direttivo nazionale)  ha deciso  di non candidarsi col PD e fornisce l’indicazione che, laddove non si possa fare alleanza con la sinistra frammentata e M5S ecc.. di presentare liste proprie di Rifonda. A parere di chi scrive è un peccato  non riuscire a coinvolgere nel campo largo Rifondazione . Le pregiudiziali del PD vs Rifonda sono  ideologiche. Rifonda risponde  costruendo  un muro ed esaltando le differenze: la guerra, il lavoro, il neoliberismo ed il respingimento dell’idea di voto utile. Questo atteggiamento nazionale verso  Rifondazione potrebbe avere delle ricadute  su Spilamberto  alla prossima tornata elettorale comunale che si terrà  fra due anni. Potrebbe infatti esserci una terza  lista civica alternativa al centro destra e alla lista sostenuta dal PD. Terza lista che potrebbe essere promossa e/o sostenuta  da Movimento 5 Stelle, Rifonda, Verdi, Sinistra Italiana, Art. Uno ed eco-civici.

Notiamo che Paradisi ha assunto una postura politica  analoga a quella della Muratori di Vignola. Il modello Vignola/Bologna è  cosa rara in casa PD, dove sono  convinti di contare per il 30% quando sono nei sondaggi al 18% . L’arroganza sul piano politico non ha mai pagato, men che meno la supponenza! Si veda la catastrofe di Pavullo dove il PD, fatto storico, non è neppure andato al ballottaggio!!!

Informazioni su Condividere Spilamberto

condividerespilamberto@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Castelnuovo, cittadinanza attiva, istituzioni, locale, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...